Riccardo Di Paola Sport

L’ALLENAMENTO CALISTHENICS E L’UTILITA’ DEL WB-EMS

Negli ultimi decenni del 1900, si è delineata una corrente detta “Street Workout”; esso, prendendo le basi dalla ginnastica calistenica, le applicava in un contesto all’aperto, nei parchi pubblici per esempio, fornendo una delle prime alternative gratis al fitness funzionale. Da lì, questo sport, grazie alla spinta virale su “you tube” di personaggi quali Zef Zakavelli, Hannibal for King, e Medrano, si è diffuso sempre più, in particolare in alcuni stati europei (Lituania, Serbia, Italia, Spagna e Francia), e in molte città americane, fra le quali Miami e Los Angeles. Più partecipanti e paesi coinvolgeva, più si alzava il livello delle competizioni e si distanziava dai canoni originari.
Al giorno d’oggi, con Calisthenics, si identifica un vero e proprio sport, che vanta diverse competizioni internazionali e un campionato del mondo; specie a livello europeo, l’obbiettivo non è più la mera salute fisica, ma il raggiungimento e controllo di “skills” ( mosse tipiche della disciplina) sempre più complesse, al punto da rivaleggiare con quelle dei migliori ginnasti.
A un neo atleta di questo sport quindi, oggi si offre il panorama più vasto: può semplicemente praticare calisthenics in ottica di mantenimento di salute senza scopi competitivi, oppure, puntare all’agonismo nei tre tipi di gare esistenti: può scegliere se padroneggiare le basi, (pull ups, dips, e piegamenti) , e gareggiare in apposite gare di resistenza, darsi alla forza bruta eseguendo gli stessi esercizi zavorrati, e gareggiare nelle gare di forza, o cercare una preparazione quanto più completa possibile e provare a farsi un nome nelle sfide ora più ambite (specie in Italia), gli 1 vs1.
 
Per concludere con un po’ di scienza, una ricerca del 2016 dell’Università degli Studi di Milano, ha potuto affermare che l’allenamento calistenico, oltre che a livello estetico-fisico, agisce anche a livello neuromuscolare su reclutamento, sincronizzazione e coordinazione intramuscolare, migliorando sensibilmente questi fattori e portando a una migliore espressione di forza nei soggetti praticanti, rispetto a quella data dalla mera ipertrofia di molti altri sport; in particolare, mettendo a confronto un atleta professionista di calisthenics, con uno medio e un neofita durante uno stesso esercizio, il professionista ha fatto registrare attivazioni muscolari minori, e quindi maggior efficacia, rispettivamente del 149,26% rispetto all’atleta medio, e del 274% rispetto a un totale neofita
 
Ma Quali sono gli effetti di questo metodo di allenamento sul corpo a livelli di composizione corporea, forza e sulla postura?
 
Calisthenics era un termine usato per definire una serie generica di esercizi per il peso corporeo. Tale termine viene ora utilizzato per definire una disciplina diffusa in tutto il mondo basata sul peso corporeo e sugli esercizi di ginnastica. 
 
OBIETTIVO: Lo scopo di questo studio era di amministrare un protocollo di allenamento calistenico e valutare i suoi effetti su postura, forza e composizione corporea in individui non allenati. 
 
METODI: Ventotto partecipanti maschi (24,2 ± 4,2 anni; 67,0 ± 8,3 Kg; 173,3 ± 5,2 cm) sono stati divisi in due gruppi, un gruppo di intervento basato su Calisthenics (SG) e un gruppo di controllo (CG). L’SG si è esercitato per 8 settimane. Ogni partecipante è stato sottoposto a un’analisi della composizione corporea, una valutazione posturale, un test dell’impugnatura, un push-up e un test pull-up. Ogni partecipante è stato testato al basale e dopo l’intervento. 
 
RISULTATI: SG ha migliorato la postura (con gli occhi aperti p <0,001 e con gli occhi chiusi p <0,05), la loro forza (test push-up p <0,01 con un aumento del 16,4% e test pull up p <0,0001 con un aumento del 39,2% ) e la loro composizione corporea (massa grassa 14,8 ± 5,1 vs. 11,4 ± 5,9, p <0,01). Nessuna differenza è stata mostrata per il test dell’impugnatura. Non sono state rilevate differenze significative in nessuna variabile del CG tra misure pre e post. 
 
CONCLUSIONI: l’allenamento di Calisthenics è una soluzione di allenamento fattibile ed efficace per migliorare la postura, la forza e la composizione corporea senza l’uso di attrezzature di allenamento importanti.
 
L’allenamento WB-EMS può aiutare chi si allena con il metodo Calisthenics?
 
“Per quanto riguarda i guadagni di forza, il significativo effetto positivo di WB-EMS in soggetti sani e non addestrati è indiscusso. Il massimo guadagno di forza isometrica e / o dinamica del presente studio è paragonabile ai dati forniti per l’applicazione WB-EMS negli studi con coorti addestrate. È interessante notare che gli studi che hanno applicato l’EMS locale hanno riportato aumenti di forza isometrici medi superiori (fino al 58%) o massimi dinamici (fino all’80%) con risultati più favorevoli in atleti allenati o d’élite rispetto a soggetti non allenati.”
 
CONCLUSIONI
il Calisthenics è ormai una nuova metodologia utilizzata da moltissimi sportivi, sia atleti che non, l’utilizzo della tecnologia WB-EMS può tornare utile in quanto può aiutare nell’incremento della forza, essenziale per la pratica di questo sport. Ricordiamo anche che dietro questa nuova metodologia c’è molta preparazione e allenamento, soprattutto nel raggiungimento delle così dette “Skills”. Nei neofiti quindi, è consigliato un adeguato programma di allenamento prima di cimentarsi nei vari protocolli, e aumentare forza e resistenza facendosi seguire da esperti. In tali soggetti è consigliato l’abbinamento con la metodologia WB-EMS in quanto è stato studiato aiuti nel miglioramento di tali requisiti.
 
 
Referenze 
  • “Variabili e adattamenti neuromuscolari dell’allenamento calistenico”, Milano 2016,
  • Ricerche sulla storia della ginnastica calistenica su comuni motori di ricerca.
  • Authors: Thomas, E.a; * | Bianco, A.a | Mancuso, E.P.a | Patti, A.a | Tabacchi, G.a | Paoli, A.b | Messina, G.a; c | Palma, A.a
  • Affiliations: [a] Sport and Exercise Sciences Research Unit, University of Palermo, Palermo, Italy | [b] Department of Biomedical Sciences, University of Padova,Padova, Italy | [c] Postura Lab Research Institute, Palermo, ItalyIsokinetics and Exercise Science, vol. 25, no. 3, pp. 215-222, 2017.
  • The authors acknowledge support of the “Benevital” Fitness Club, Herzogenaurach, Germany, and the Health Sport Club “Verein Netzwerk Knochengesundheit e.V.,” Erlangen, Germany.
Author : Riccardo Di Paola Writing Articles & Social Media Marketing Scienze Salute Benessere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: